Esposto in Procura per l'ennesimo disservizio idrico

Al Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria Federico Cafiero De Raho
 

p.c al Col. t.ST Alessandro Barbera  Comandante Provinciale Guardia di Finanza di Reggio Calabria

 

p.c al Commissario Prefettizio del Comune di Villa San Giovanni Dr. Gerlando Iorio

 

p.c al sub Commissario del Comune di Villa San Giovanni Dott.ssa Antonina Surace

 

 

OGGETTO: Ennesimo Disservizio Idrico

 

Illustrissimo Signor Procuratore Le rendo noto che i residenti di alcune frazioni del Comune di Villa San Giovanni riscontrano improvvisamente e senza nessun preavviso quanto ingiustificata interruzione della portata idrica. L'ultima pochi giorni fa, da quasi una settimana e ad ore alternate i Cittadini di alcuni quartieri restano senza un goccio d’acqua, senza sapere la causa della mancata erogazione (19 aprile 2017).  Non è un caso isolato nella nostra Cittadina dove un servizio pubblico di erogazione idrica improvvisamente viene interrotto ingiustificatamente perché non viene neanche comunicato ai Cittadini che restano ignari ad aspettare che il servizio venga ripristinato. Infatti da decenni  che nel periodo estivo nelle frazioni di Porticello – Cannitello – Pezzo - Ferrito  precisamente nei mesi di Giugno, Luglio e Agosto  se pur a giorni alterni e/o anche tutte le sere si riscontra la mancanza d’acqua dalle ore 22 sino alle ore 06.30 del mattino successivo per un  totale di  08 ore e 30 minuti al giorno, che moltiplicato per tre mesi,  calcolandone solo la meta’ sono ben 15 giorni consecutivi l’anno senza acqua potabile (allego copia petizione che non è stata presentata visto le piccole migliorie dell’anno 2016), un accenno di miglioramento si è visto solo nell’estate del 2016 da parte dell’ultima Amministrazione travolta da fatti ormai noti e poi commissariata. Il servizio di erogazione idrica costituisce un servizio pubblico essenziale e la sua improvvisa quanto ingiustificata interruzione configura gli estremi del reato di cui all’art. 340 cod. pen. Tutte le Amministrazioni, intendo prima del 2016, hanno creato notevoli disagi a seguito dell’omessa fornitura di acqua potabile mai programmata e/o comunicata ai Cittadini.  I disagi riscontrati ormai sono noti, come  la difficoltà ad attendere all’igiene personale e della casa, all’impossibilità di usare acqua calda, impossibilita di usare elettrodomestici nelle ore notturne per un risparmio energetico, alla necessità di soddisfare le esigenze di vita primarie e  basilari, disagi che si ripercuotano sul  diritto alla qualità della vita di un’intera popolazione  e ancor di piu’ su bambini, anziani e disabili, disagi che si  ripercuotono  sulla libera estrinsecazione della personalità, costituzionalmente garantito dall’art. 2 Cost. sulla definizione del danno esistenziale cfr. Cass. 04.10.05 n. 19354   attraverso il ricorso a fatti notori (Cass. 12.06.06 n. 13546) in una Terra dove da decenni prevale l'interesse di parte a discapito di quello collettivo e ancora una volta il cittadino resta inerme a queste vessazioni. Inoltre nell’ambito del danno erariale, la giurisprudenza ha fatto rientrare anche il cd. danno da disservizio, che si verifica qualora un pubblico servizio non venga erogato in maniera efficiente ed efficace, non soddisfacendo, pertanto, le aspettative degli utenti e, al contempo, finendo per sprecare risorse importanti. Nel danno da disservizio rientrerebbe anche quello cd. da ritardo, che si ha in caso di mancata e/o tardiva emanazione di un provvedimento amministrativo, non sono mai stati presi provvedimenti seri e concreti sul territorio a risolvere il problema, comunque è sempre l’Utente a rimetterci, sempre, senza che nessuno si sia mai adoperato perché tali disservizi non si ripetino piu’ e senza che NESSUNO pensi al danno che l’Utente riceve.

Allo stato delle cose, è evidente, un’accentuata discriminazione nei confronti di persone che soffrono gia di un elevato disagio sociale, ma ancor più, è evidente, dunque, gravi inadempienze da parte di chi avrebbe dovuto dare attuazione del servizio o quanto meno fornire una minima comunicazione e giustificazione sulle eventuali ragioni di tale disservizio.

Purtroppo tale problematica e non “solo” la portiamo come una croce da diversi decenni, è importante che i Cittadini, al di là dei problemi personali vissuti, si facciano parte attiva e tutelino i propri diritti soprattutto in quei contesti in cui le Istituzioni che ci amministrano appaiono poco interessate o per nulla preoccupate di quelle che sono le loro responsabilità morali e sociali davanti ad evidenti mancanze e/o inadempienze ed eventuali danni erariali. Voglio  ricordare che l'acqua è un bene pubblico e vitale come cita  la risoluzione ONU del 28 luglio 2010 dichiarando per la prima volta nella storia il diritto all'acqua "un diritto umano universale e fondamentale" per tutti i cittadini e che sono assolutamente intollerabili le gravi e ripetute inadempienze susseguitesi  negli ultimi decenni a danno dei Villesi.

Tanto premesso, si chiede che siano effettuati i dovuti accertamenti per individuare il colpevole o i colpevoli e si sporge formale denuncia – querela nei confronti di colui il quale o coloro i quali hanno indebitamente omesso atti del proprio ufficio, gravi inadempienze ed eventuali danni erariali, e chiedo altresì, che l’Ill.mo Procuratore della Repubblica, esaminati i fatti come esposti in narrativa, eserciti l’azione penale nei confronti di tutti coloro che riterrà responsabili dei fatti succitati. Chiedo di essere sentito per fornire ulteriori elementi di prova a supporto di quanto sopra detto. Chiedo sin d’ora di essere informato, ai sensi dell’art. 408 comma 2 c.p.p. dell’eventuale richiesta di archiviazione, nonché ai sensi dell’art. 406 comma 3 c.p.p. dell’eventuale proroga delle indagini.

Allego copia delle firme dei Cittadini. Rispettosi Ossequi Giancarlo Citrea....omissis...

 

Corte dei Conti

 

Inoltrato l'esposto anche alla Procura Regionale Corte dei Conti ponendola all'attenzione degli accadimenti inerenti ai continui disservizi ed eventuali danni erariali, affinché gli organi competenti possano eseguire gli opportuni accertamenti e valutare la sussistenza di eventuali profili penalmente rilevanti in relazione ai fatti dedotti per la presenza di condotte che ritengo contrarie alla legge.

 

Un rigraziamento al Partito Comunista Italiano Federazione Reggio Calabria

 

E’ questo lo spettacolo ormai noto a tutti, presenza di materiale #cancerogeno: lastre, tegole, lo si ritrova un po’ dappertutto. Ci ritroviamo nelle piu’ belle spiagge, precisamente nei pressi dell'ormai noto ristorante il #Kalura, via Lungomare dello Stretto, un territorio che ricade tra #VillaSanGiovanni e #ReggioCalabria, insomma, nella “#Citta'Metropolitana”.
A breve tante famiglie sentiranno la necessità di rinfrescarsi nelle limpide acque dello Stretto ignoti di un male silenzioso ma abbastanza conosciuto.
Inoltre non esiste una mappatura completa della sua presenza sul territorio, [ ... ]

Per Approfondire...

Con la missiva inviata tramite PEC il 10/02/2018 al Prefetto di Reggio Calabria, Dott. Michele di Bari, con oggetto: Simulazione del Piano Comunale Protezione Civile e soluzioni per il territorio, ricordavo ed evidenziavo che la frazione di Porticello è definita dal PAI (Piano Stralcio di Bacino per l’Assetto Idrogeologico) una zona con classificazione R4 - Rischio Idrogeologico Molto Elevato e nonostante la gravita’ su esposta ancora oggi le vie d’accesso sono limitate solo a piccoli mezzi di soccorso, infatti, meno di un anno fa, dopo un’estate infernale, dopo gli innumerevoli fronti [ ... ]

Per Approfondire...

Con la missiva protocollata il  30 novembre 2015 n. 24111 in qualita’ di cittadino residente nel Comune di Villa San Giovanni provvedevo a segnalare e consigliare all’Amministrazione del sindaco in carica Antonio Messina (maggiori dettagli clicca qui) la necessita’ e l’urgenza di organizzare, attuare e mettere soprattutto a conoscenza i Cittadini una simulazione d’emergenza in caso di eventi calamitosi e l’installazione di una segnaletica di emergenza di Protezione Civile evidenziando la  presenza sul territorio dei punti di riunione in caso di eventi calamitosi che attualmente non [ ... ]

Per Approfondire...

Il portale simbolo della trasparenza delle Istituzioni nasce paradossalmente sotto il segno dell’opacità, è quello che accade nel Comune di Villa San Giovanni. Si tratta di un’iniziativa importante e necessaria, almeno in teoria, peccato che la gestione non è altrettanto trasparente. Purtroppo, ho dovuto constatare di fronte al modus operandi nel Comune di Villa San Giovanni che non si dimostra in linea con i principi in merito alla trasparenza. Il principio della trasparenza, inteso come «accessibilità totale» alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle Pubbliche [ ... ]

Per Approfondire...

Villa San Giovanni e inquinamento un caso che resta aperto....

siamo ostaggi di una società di navigazione privata “Caronte&Tourist” e che l’imbarco insiste nel cuore della città, impedendoci di vivere il territorio come “la nostra terra ” ma configurandola con una frontiera di mero passaggio; le ultime comunicazioni che abbiamo ricevuto tramite i media riguardano l’abolizione dell’ecopass di cui godeva la città ma di cui noi cittadini non abbiamo mai avuto contezza; abbiamo avuto notizia che anche le agevolazioni che venivano concesse agli ammalati per recarsi sulle sponde [ ... ]

Per Approfondire...

Lo scorso ottobre si è concluso tra l’ex Amministrazione comunale e l’ARPACAL l’iter procedurale per rendere attivo un sistema integrato di monitoraggio della qualità dell’aria. Il monitoraggio con cadenza settimanale è pubblicato nel portale del Comune di Villa San Giovanni, nel report dell’ARPACAL se pur riporta dei dati inconfutabili non esiste traccia di monitoraggio della concentrazione nell’atmosfera delle polveri cosiddette ultrasottili PM2,5, il cui monitoraggio è stato reso obbligatorio da una nuova direttiva europea (2008/50/EC).  La norma quadro in materia di controllo [ ... ]

Per Approfondire...

NON garantire lo stesso livello di contributi o sostegni economici alle Associazioni iscritte al registro Comunale e iniziare un vero cammino per il BENE COMUNE.

Come noto dalle ultime Determine, dalla data del 26 Aprile al 2 Maggio 2016, sono stati erogati dal nostro Comune in forma liquidativa la somma di Euro 5250,00  a volte senza eventuale fattura giustificativa ad Associazioni iscritte nel registro del Comune di Villa San Giovanni, tali somme sono state scaglionate alle varie Associazioni da un minimo di 500 Euro ad un massimo di 1500 euro per Associazione. Queste somme sono esose visto [ ... ]

Per Approfondire...

Il sottoscritto Giancarlo Citrea residente in questo Comune Omissis....., prendendo nota dalla tua presentazione della prima bozza

del progetto di riqualificazione del Lungomare della nostra Città, presentata sulla tua pagina di Facebook, che dimostra ancora una volta la sensibilita' e la voglia di andare avanti nei confronti di una Cittadina che vuole e deve crescere, propongo una modifica sostanziale alla suddetta “prima bozza”.

Secondo il mio umile pensiero non bisogna sottovalutare delle problematiche, il primo lavoro sara' la sostituzione delle ringhiere, e sin qui "quasi quasi" ci [ ... ]

Per Approfondire...

Per non dimenticare, mai un minuto dedicato al nostro ex Vicesindaco. NON UCCIDIAMOLO UNA SECONDA VOLTA! Ho chiesto ufficialmente all'Amministrazione Comunale di Villa San Giovanni guidata dal Sindaco Antonio Messina di ricordare un uomo di grandi virtu',  non solo  nei giorni del meeting antimafia di “Ammazzateci Tutti”  “Legalitalia” che si svolge nel periodo estivo a Cannitello ma anche con una dedica che restera' per sempre nella nostra memoria. Attualmente esiste un'aula magna(come mi riferisce la mia amica Francesca) e una via in memoria del Prof. Giovanni Trecroci, con il massimo [ ... ]

Per Approfondire...

Con numero di protocollo 6389  del 08 Marzo 2016 chiedo al Sindaco Dott. Antonio Messina e all'Assessora Dott.ssa Maria Grazia Richichi delegata alle Politiche della coesione sociale: politiche sociali, politiche comunitarie di integrazione e cooperazione sociale, qualità della vita e benessere socio sanitario, pari opportunità, politiche della famiglia, del lavoro e della formazione professionale, piano abbattimento barriere architettoniche (PEBA) di prendere in considerazione la proposta per far usufruire di biglietto gratuito Caronte & Tourist per i residenti nel Comune di Villa San Giovanni.La [ ... ]

Per Approfondire...